Dalla realtà al fermodellismo: il confronto con la realtà

A breve, una serie di immagini che mostrano cosa abbiamo riprodotto sul plastico ispirandoci alla realtà. Confronto tra reale e riproduzione in scala, o semplicemente “scene di ferrovia” che hanno ispirato o ispireranno convogli e realizzazioni future.

cropped-binari-d-Italia_200.jpg

9 thoughts on “Dalla realtà al fermodellismo: il confronto con la realtà

  1. A breve inseriremo le composizioni dei treni fatti circolare sul plastico in occasione del debutto al Model Expò Italy di Verona. Tornate a trovarci presto.

  2. Non disperate…stiamo arrivando…le composizioni sono in fase di stesura e le foto sono state scaricate…

    Ciao

  3. Nell’attesa della lista dei treni e relative composizioni che abbiamo riprodotto sul plastico, abbiamo il piacere di condividere con voi i filmati realizzati dagli amici di “Corti Ferroviari Amatoriali”

    La E.633.002 impegnata al traino di un Interregionale: https://youtu.be/1j_Fambo330
    e il rapido 905 in corsa: https://youtu.be/WPgIjBaA0DA

    A presto.

  4. La lista dei treni che abbiamo fatto girare è stata preparata.

    Ben più lunga del previsto, segno che a Verona ci siamo divertiti tanto da non accorgerci di quanto materiale avevamo in circolazione.

    Ancora un pò di pazienza, e finalmente pubblicheremo tutto.

  5. Allora, come anticipato ieri, ecco inserita la composizione di uno dei treni che abbiamo riprodotto durante il Model Expò Italy nei giorni 21 e 22 febbraio scorsi.

    La trovate alla pagina http://www.binariditalia.com/?page_id=31

    È soltanto la prima, altre saranno inserite. Un pò alla volta…

  6. Pescato per caso, il vostro sito mi ha subito …coinvolto.
    Dopo averlo guardato e letto tutto, sono andato al link di G. Donzello, che seguo da tanto tempo, e …bene ho fatto!
    Lo stesso, infatti, in 17 foto ha narrato la …storia del vostro plastico modulare, che trovo molto molto bello e pieno di spunti interessanti per ogni plasticista.
    Complimenti a tutti Voi che l’avete realizzato e, se è vero come è vero, che il buongiorno si vede dal mattino e che un plastico non è mai finito, resto in attesa di leggere e vedere quel che andrete pubblicando.
    Non ho trovato link, ma sicuramente sono stato disattento, per essere messo al corrente delle vostre novità letterarie e fotografiche; potete farlo Voi stessi?
    Piacere d’avervi conosciuto ed auguri per il vostro futuro
    Giovanni Giuseppe Florà

  7. Giovanni, grazie delle tue parole.

    Giorgio è un amico, ci conosciamo a vicenda da anni, ed a Verona ci ha omaggiato di un bel resoconto.

    Non hai trovato (ancora) link a pagine dettagliate o newsletter a cui iscriversi perché il sito è (ancora) in allestimento. Abbiamo preferito pubblicare velocemente una parte di quanto stiamo preparando per essere visibili, per affinare il tutto piano piano nel poco tempo che possiamo concedere allo sviluppo del sito. Purtroppo, come il plastico, anche il sito viene scritto nel tempo extra lavoro, e il tempo è poco… Anche l’elenco delle composizioni è solo stato iniziato, molte altre arriveranno, nei prossimi giorni…

    Continua a seguirci su queste pagine, e se vuoi, scrivici pure a info@binariditalia.com

    A presto.

  8. Ebbene si, mille speranze e buoni propositi…
    Volevamo inserire molte foto nell’elenco delle composizioni…
    Ma ad oggi soltanto una composizione inserita…

    Ma la verità sapete qual’è? Che a Verona eravamo così presi che abbiamo fatto poche foto…
    Eravamo carichi per l’esordio, impegnati a controllare che i treni in corsa non avessero problemi, e (piacevolmente) distratti dalle tante persone che ci sono venute a trovare.

    “E le foto? Chi ha fatto le foto al plastico e ai treni in corsa?” Ci siamo chiesti una volta che eravamo sulla via del ritorno a casa, stanchi ma contenti di com’erano andati i due giorni di manifestazione.

    Vedremo di “salvare” qualche foto decente (tra le poche fatte davvero per miracolo) e la inseriremo comunque, ma la promessa è che ne faremo altre in occasione del Hobby Model Expo di settembre a Novegro.

    A proposito… http://www.binariditalia.com/?p=165

  9. “Dalla realtà al fermodellismo” è una delle sezioni del sito. Ed è anche quello che pensiamo e come ci piace vivere questa passione. Dopo la partenza-esperimento di Verona, a Novegro abbiamo voluto proporre ai nostri visitatori alcuni treni in particolare, tra i tanti che abbiamo a casa.

    Abbiamo replicato esattamente un treno di pregio di fine anni ’80, progenitore dei servizi svolti dai Treni “Pendolino”, e ci siamo avvicinati davvero tanto alla replica esatta di un altro treno, frenati soltanto dalla mancanza di spazio.

    Il primo treno degno di nota.
    Signore e Signori, il “Mirò”, collegamento tra Milano-Roma di sola prima classe e senza fermate intermedie, treno di pregio di fine anni ’80 che preparava il terreno ai servizi che sarebbero poi stati svolti dai Pendolino ETR 450, in quel periodo ancora sottoposto a prove e rifiniture prima della consegna formale ed inizio servizio commerciale. Siamo riusciti a riproporre il treno nella sua caratteristica composizione di sola prima classe con carrozze Gran Comfort e ben due carrozze ristorante anch’esse di tipo Gran Comfort, normali per questo collegamento ma altrimenti atipiche per altre relazioni. I visitatori più esperti hanno immediatamente riconosciuto il Mirò, e questo ci ha fatto piacere.

    TAC (Treno A Cuccette).
    Un treno internazionale, collegamento tra Italia e Belgio, con altri estremi Milano San Cristoforo e Denderleew, ambientato nella seconda metà dei primi anni 2000… Segue su TAC (Treno A Cuccette) Belgio-Italia

    Un “treno combinato” affascinante.
    Un treno merci. Particolare. Un treno che unisce strada e rotaia. Segue su RoLa Novara Boschetto – Friburgo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *